" /> Il mio titolo

Das HumanKapital - Artigiani del Benessere Organizzativo

Come superare le sfide di apprendimento nelle organizzazioni?

 

Come superare le sfide di apprendimento nelle organizzazioni?

Le persone all’interno delle organizzazioni sono poste innanzi a sfide di apprendimento elevate e mutevoli.

Noi ci siamo posti una domanda:
Come favorire l’ingresso delle persone all’interno delle organizzazioni aziendali e come supportarle in tale processo?

La possibilità di rispondere in maniera pertinente a tali esigenze risiede nella formazione.

#1 È fondamentale progettare piani di formazione aziendale, in grado di prendere in carico i bisogni delle persone, che operano all’interno delle organizzazioni, e al contempo progettare piani di formazione continua, rivolti al bacino di potenziali lavoratori, che rischiano di rimanere fuori dal mondo del lavoro.

#2 È necessario superare la visione della formazione al lavoro come un mero addestramento alla mansione, la quale genera ormai interventi deboli, incapaci di porre al centro la persona e puntare a tutti quei fattori che supportano il benessere lavorativo e che determinano, invece, un inserimento vincente della risorsa.

Le metodologie basate sul Work Based Learning risultano essere particolarmente efficaci, ponendosi come alternativa umana, in grado di porre al centro, non solo le competenze tecniche e specifiche proprie di ogni ambiente lavorativo, ma anche i fabbisogni, di cui le persone in cerca di occupazione sono portatrici.

Il WBL contempla e inserisce nella progettazione formativa una serie di competenze chiave a carattere trasversale e pone attenzione alle attitudini del soggetto in formazione. Questo passaggio è fondamentale, in quanto porta alla presa in carico della persona nella sua totalità e al riconoscimento di quelle dimensioni che spesso rischiano di rimanere inascoltate negli interventi formativi per gli adulti come la motivazione, l’acquisizione di competenze (problem-solving, la resilienza, il senso di auto-efficacia e di auto-efficienza) e le competenze comunicative. Le attitudini divengono la base su cui progettare piani di inserimento personalizzati.

A supporto di ciò l’articolo “Return to work”, in cui confluiscono i risultati di uno studio condotto dal The European Centre for the Development of Vocational Training sul reinserimento lavorativo di adulti disoccupati. Mostra come il WBL, alternando momenti di formazione on the job e momenti di formazione off the job, consenta l’integrazione di modalità di apprendimento formale, informale e non formale. Tale alternanza, supportata da un mentore, permette la sperimentazione delle dinamiche proprie dei contesti di lavoro, di stimolare le capacità di cooperazione e di aumentare il senso di auto-efficacia, grazie al superamento di problematiche concrete.

A seguito del riconoscimento della centralità del soggetto e delle organizzazioni come luogo di apprendimento di pratiche, per dare validità agli interventi formativi, diventa necessario l’uso di una piattaforma aziendale 2.0 in grado di riconoscere e attestare a tutti le conoscenze e le competenze acquisite e certificate. La valutazione, accompagnata da obiettivi espliciti e condivisi, attiva un forte engagement nei soggetti in formazione e una serie di feedback in grado di supportare e orientare il formante verso il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento.

In conclusione, oggi diventa necessario costruire interventi formativi efficaci, riconoscendo le organizzazioni lavorative come comunità di pratica all’interno delle quali, attraverso processi di identificazione e negoziazione, i soggetti quotidianamente condividono storie, producono conoscenze e reinventano la propria identità.

♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦

Il People Performance Plan 3.0, digital workplace made in Italy, propone un nuovo sistema di condivisione delle competenze legate alla mansione e di quelle trasversali.
Il lavoratore è una continua scoperta!

#LoveYourWork

♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦

Adriana Caringella

Fonte: “Return to work. Work-based learning and the reintegration of unemployed adults into the labour market”.
The European Centre for the Development of Vocational Training